facebook “Skype” “email”
| agenzia leader del turismo in Russia dal 1998
tel. +39 06 35508784

Cucina Russa

Comment are off

La cucina russa è unica e famosa per la varietà dei suoi piatti. Uno specchio gustoso dell’espansione multi-culturale del paese, che rivela la sua storia, la sua vita quotidiana e le tradizioni in un grande mix di ricette locali, dal Mar Bianco al Caucaso, dall’Europa all’Estremo Oriente asiatico, attraverso il cuore della Russia …  la Siberia. Da menzionare le colture che prosperano in aree fredde, come i cereali (segale, orzo, grano saraceno, e grano), radice di verdure (barbabietole, rape, patate, cipolle), e cavoli che ritroviamo poi alla base di molte ricette da cucina. La Russia ha una vera e propria storia culinaria internazionale. Ai tempi di Ivan III, artigiani italiani introdussero  l’uso della pasta, di dolci (gelati e sorbetto). Con lo Zar Pietro “Il Grande”, i russi cominciarono a servire i pasti a portata, piuttosto che servire tutto il cibo in una volta. Arricchirono la propria conoscenza culinaria avvalendosi delle abilità di chef  europei, in particolare francesi. Pertanto la Russia offre una deliziosa varietà di piatti a seconda delle aree geografiche, naturali, climatiche. Tra i piatti tradizionali arrosti, verdure, zuppe, stufati e senza dimenticare i dolci,  deliziosi pasticcini e torte. Alla base della dieta russa troviamo il pane scuro, ben noto come il pane “nero” (чёрный хлеб) dato il suo colore scuro. Il Pane “Nero” è considerato un alimento tradizionale nelle famiglie russe e gli stranieri dovrebbero assaggiarlo. Molto diffusa è poi la Kasha (un tipo di polenta a base di cereali).

Molto conosciuti sono  i ” Pelmeni Siberiani”ovvero gli  gnocchi ripieni di carne (maiale/manzo)  il pasto siberiano più tradizionale. I Pelmeni Siberiani sono più grandi rispetto ai loro parenti più stretti di altri paesi come quelli ucraini, bielorussi, o tartari e cinesi. I Pelmeni possono essere conservati (surgelati) per lunghi periodi di tempo senza perdere in qualità e sapore. Le Minestre hanno sempre giocato un ruolo chiave in cucina,  zuppe russe tradizionali russe e stufati includere Ukha (zuppa a base di 3 tipi di pesce), shchi (zuppa di cavolo), radicata (brodo, barbabietole e pomodori con verdure varie) e okroshka (estate-tempo zuppa di verdure fredda). Senza ombra di dubbio,  è il  Borsch (brodo, barbabietole e pomodori con varie verdure) la più famosa zuppa la cui remota provenienza è sita nel sud della Russia Europea. La Smetana (una sorta di panna, ottima per l’apparato digestivo) è spesso aggiunta nelle  zuppe, insalate e su  tipiche frittelle come i bliny e  i syrniki. Insalate popolari sono l’insalata Olivier, (deve il suo nome ad uno chef francese durante il regno dello Zar Nicola II al potere fino al 1917), impropriamente conosciuta da noi come “Insalata Russa”. Non meno rilevanti delle zuppe, ci sono i piatti tipici a base di carne come “The Beef Stroganoff” o come il  Caucasico Shashlyk” (cubetti marinati di agnello, maiale o manzo arrostito su uno spiedino con cipolla, pomodoro o melanzana. Una delizia davvero popolare e ideale da gustare all’aperto. Secondo la tradizione, i russi amano bere Vodka, non solo una bevanda, ma uno dei simboli russi per eccellenza  famosa in tutto il mondo, Una buona occasione per bere vodka sono eventi, come compleanni, matrimoni,  festività nazionali ufficiali come il Capodanno etc. Tra le altre  bevande tipiche rinfrescanti non alcoliche, abbiamo il Kvas (frumento di segale fermentato) e il Mors (succo di bacche). Molto popolari sono anche il Kompot (bevanda analcolica in mix frutta) il tè zuccherato o alla marmellata, più in generale tè, caffè o succo di frutta accompagnati da fette di  torta e cioccolatini (opzionale). E ancora il  tè nero, a volte con zucchero e limone, accompagnato dai  “Pirozhki” (torte ripiene a base di riso e uova o funghi o cavolo o varie marmellate di frutta).